APP EDITOR

Nata nel 2013, è stata pensata per realizzare applicazioni direttamente dallo smartphone.  Molto utile nei paesi in via di sviluppo.

10 settembre 2015 (di Ludovico Fontana)

Può capitare che i componenti di una startup tecnologica non si conoscano di persona ma lavorino a distanza, anche in continenti diversi. È però raro che il primo incontro fra tutti sia in una spiaggia attorno a un falò. È successo con Snapp, l’app per realizzare app, nata nel 2013 in Cile, incubata a Tel Aviv, premiata all’ultimo Global Entrepreneurship Summit di Nairobi, in Kenya, un evento al quale ha partecipato anche Barack Obama, in visita ufficiale nel Paese africano in quei giorni.

L’incontro attorno ai falò

I componenti del team si sono incontrati per la prima volta tutti insieme lo scorso 14 agosto a Lecce, città natale del cofondatore, il salentino Vito Margiotta, 26 anni, unico italiano del gruppo. E, appena arrivati, si sono spostati verso la spiaggia di Torre Chianca, dove tradizionalmente si festeggia con i falò la notte di Ferragosto. Il gruppo è composto di 12 persone sotto i 35 anni provenienti da Italia, Cile, Israele, Regno Unito, Bulgaria e Ungheria.

Costruisci la tua app

Snapp è stata fondata nel 2013 da tre partecipanti al programma semestrale della Singularity University, istituzione privata della Silicon Valley dedicata all’imprenditoria: oltre all’italiano, gli altro sono il cileno Gabriel Gurovich e l’israeliano Assaf Kindler. Margiotta, 26 anni, laureatosi alla Bocconi, ha lavorato in Cina e successivamente per Google dal 2012 al 2014. L’impresa Snapp è stata finanziata da Startup Chile (progetto del governo cileno), è stata incubata in Wayra Chile, progetto internazionale di sostegno alle startup di Telefónica, poi ha chiuso un round di finanziamento con un venture capitalist israelo-americano e si è trasferita a Tel Aviv. «Rimarremo in Israele per sei mesi, poi ci sposteremo negli Stati Uniti per cercare altri finanziamenti», spiega Margiotta. Snapp è un’applicazione che permette di realizzare app direttamente dallo smartphone senza essere sviluppatori, in modo semplice e intuitivo.